LA SCENOGRAFICA FORESTA SOMMERSA DEL LAGO KAINDY

Il fondale del lago Kaindy cela una magnifica foresta “capovolta”

foresta sommersa di kaindy

La natura non smette mai di stupirci e spesso disegna paesaggi a dir poco insoliti. È il caso della foresta sommersa del lago Kaindy, sita a circa 130 chilometri a sud della città di Almaty, in Kazakistan.

Lungo 400 metri e profondo 30, il lago Kaindy, tra le sue acque che variano dal turchese al verde smeraldo, nasconde una foresta sommersa. Dalla sua superficie spuntano infatti lunghi e aguzzi tronchi di abeti rossi asiatici.

 

Come si è formata la foresta sommersa di Kaindy

foresta dommersa di kaindy

Il lago Kaindy si trova nel cuore della catena montuosa di Tian Shan, a circa 2.000 metri sul livello del mare. Questo caratteristico specchio d’acqua si è formato in seguito a un terremoto avvenuto nel 1911. Durante l’evento catastrofico, un’enorme frana calcarea arrestò il corso del fiume. Lo smottamento sbarrò la vallata creando così una diga naturale. L’acqua del fiume, confluendo nel canyon, diede origine così allo spettacolare lago.

Precipitando verso la valle, le pietre calcaree hanno trascinato con sé anche diversi alberi. È così che si è formata la foresta sommersa di Kaindy, una foresta “capovolta”: sono i tronchi ad affiorare dall’acqua, mentre le fronde sono sommerse.

Grazie alle temperature quasi glaciali del luogo, i tronchi non sono andati incontro a un naturale decadimento organico. Gli abeti sono anzi rimasti eretti. E il fondale è ancora più spettacolare di quanto si vede in superficie. Fronde sommerse ricoperte di alghe formano una giungla acquatica dalla bellezza difficilmente descrivibile.