Defender+ Next Generation, serramenti con protezione aumentata

DEFENDER+

NEXT GENERATION

Serramenti con protezione aumentata

blueshield-w

In un’unica formula le resistenze delle vernici per esterno e per interno

Agli standard di massima durabilità delle vernici per finestre e schermi, la finitura 2K Defender+ Next Generation aggiunge le resistenze chimico-meccaniche finora appannaggio esclusivo delle finiture per interno.
Cogli in un unico formulato tutti i vantaggi delle vernici per esterno e per interno!

Inoltre, la finitura 2K Defender+ Next Generation facilita le operazioni di accatastamento grazie all’assenza di blocking; riduce l’assorbimento dell’acqua; conferisce super resistenza all’umidità; offre minore ritenzione dello sporco; non ingiallisce; ha un ridotto impatto sull’ambiente e sulla salute in termini di emissioni di COV.

Il prodotto che facilita la vita dell’applicatore

Finestre in legno o legno-alluminio, schermi oscuranti, portoncini d’ingresso, porte per garage… Con la finitura 2K Defender+ Next Generation [codice YO M382] realizzi serramenti di pregio, ultra resistenti e durevoli. Ma i vantaggi di questo formulato non sono solo per il tuo cliente.

Semplìficati la vita in fase di applicazione grazie alla finitura che si adatta ai tuoi processi.

Defender+ Next Generation è idonea all’applicazione

  • sia in cicli mordenzati che laccati
  • sia in piano che in verticale (225-250 μm)
  • sia airmix che airless
  • con pompe a due pescanti per evitare l’eventuale spreco di prodotto catalizzato da smaltire

courtesy: Vertaglia

L’estetica dell’interior design

La bellezza atterra sul pianeta serramento

Defender+ Next Generation non è soltanto sinonimo di protezione. La definizione del bello è sempre prioritaria per le vernici Renner Italia. Grazie a questo prodotto il serramento acquisisce un effetto estetico contemporaneo che nulla ha da invidiare alle migliori finiture degli arredi. Defender+ Next Generation disegna con precisione i pori delle latifoglie e riduce il sollevamento della fibra del legno. Si qualifica anche per l’ottima distensione e per la morbidezza al tatto.

La palette cromatica è infinita

Raggiungi l’effetto estetico più congeniale alla tua progettazione e in linea con le tue guidelines. Tutte le referenze RAL e NCS sono realizzabili con pigmenti idonei all’esposizione in esterno. Gli esclusivi pigmenti freddi di formulazione Renner Italia sono in grado di riflettere le radiazioni infrarosse del sole, mantenendo bassa la temperatura del serramento e isolando efficientemente l’ambiente indoor. Inoltre, puoi dar fondo alla creatività optando per le finiture metallizzate perché la finitura Defender+ Next Generation può includere speciali pigmenti di alluminio che non necessitano di finitura protettiva. Oppure puoi scegliere gli additivi Aquaris con cui realizzare texture.

Pretendi di più

Con gli additivi igienizzanti rendi l’infisso anti microbico

Gli additivi Silver Defence dispiegano la loro efficacia quando un microrganismo (germe o batterio) entra in contatto con gli ioni di argento presenti sulla superficie del legno protetto da Defender+ Next Generation. Più nello specifico, la popolazione batterica esposta a ioni d’argento si riduce del 99,9% in appena 24 ore. Le caratteristiche igienizzanti degli additivi Silver Defence resistono nel tempo: dalla miscelazione con la finitura per tutta la durata del rivestimento, e dunque sia allo stato liquido che solido.
Scegliere di additivare la finitura per serramenti con Silver Defence significa prendersi cura della salute.

LA GAMMA

I prodotti

Base neutra per laccati scuri e colori mordenzati

 

YO-10M382/–NTR 10 gloss
YO-20M382/–NTR 20 gloss
YO-30M382/–NTR 30 gloss

Base bianca per laccati chiari

 

YO-10M382/–SBN 10 gloss
YO-20M382/–SBN 20 gloss
YO-30M382/–SBN 30 gloss

Per formulare colori RAL

 

EY—M690/–XXX formulario al 6%

Per formulare tinte mordenzate

 

EY—M470/–TXX da 0,2 a 0,5%

Catalizzatore

 

 

YC—M382/—– 7% in peso

Cicli di verniciatura

Conifere

 

Ciclo mordenzato 3 strati (*)
1x impregnante YM—M090/–TXX (1)
1x fondo a spruzzo YL—M290, YL—M291
1x finitura a spruzzo YO-xxM382/–NTR (3)
Ciclo laccato 3 strati (*)
1x impregnante YM—M097/–C02
1x fondo a spruzzo YL—M297, YL—C258, YL—M271, YL—M291
1x finitura a spruzzo YO-xxM382/–NTR o SBN + paste EY—M690

Latifoglie

 

Ciclo mordenzato 4 strati (*)
1x impregnante YM—M092/–TXX(2)
1x fondo a spruzzo YL—M291
1x fondo a spruzzo YL—M291
1x finitura a spruzzo YO-xxM382/–NTR (3)
Ciclo laccato 4 strati (*)
1x impregnante YM—M097/–C02
1x fondo a spruzzo YL—M297, YL—C258, YL—M271, YL—M291
1x fondo a spruzzo YL—M297, YL—C258, YL—M271, YL—M291
1x finitura a spruzzo YO-xxM382/–NTR o SBN + paste EY—M690

(1) tonalità T15, T16, T21, T22, T23, T24, T28, T29, T30, T89 (escluso incolore, T13 e tonalità più chiare del T28)
(2) tonalità T15, T21, T22, T28, T30 (escluso incolore, T13 e tonalità più chiare del T28)
(3) tonalità pari o superiori al T28; per una maggiore durata introdurre minimo 0,2% (ottimale 0,5%) di paste a base di ossidi di ferro trasparenti EY—M470 (escluso incolore)
(*) più sigillatura nelle fughe a V e sul legno di testa

GARANZIA

Gli anni di garanzia variano in funzione dei seguenti fattori che determinano la severità dell’esposizione:

  • posizione topografica dell’edificio
  • caratteristiche dell’edificio
  • costruzione e posa del serramento
  • esposizione agli agenti atmosferici

Tanto maggiore sarà il grado di severità dell’esposizione del serramento, tanto minore in termini temporali sarà la garanzia.

Durata della garanzia per classe di esposizione

Durata della garanzia
per classe di esposizione

Finestre e alzanti scorrevoli

 

fino a 13 anni per il ciclo mordenzato
fino a 15 anni per il ciclo laccato

Schermi

 

fino a 7 anni per il ciclo mordenzato
fino a 10 anni per il ciclo laccato

Criteri per la determinazione del grado di severità dell’esposizione esterna

Criteri per la determinazione
del grado di severità
dell’esposizione esterna

Finestre e alzanti scorrevoli

 

Altitudine sul livello del mare:
soddisfatto se < 1000 metri
Distanza dal mare:
soddisfatto se ≥ 2000 metri
Piani dell’edificio compreso il piano terra:
soddisfatto se ≤ 3 piani
Altezza del serramento dal suolo:
soddisfatto se ≥ 80 cm
Finestra parzialmente protetta:
soddisfatto se presente schermo esterno
Finestra non a filo muro:
soddisfatto se a ≥ 10 cm dal filo muro esterno

Schermo esterno

 

Altitudine sul livello del mare:
soddisfatto se < 1000 metri
Distanza dal mare:
soddisfatto se ≥ 2000 metri
Piani dell’edificio compreso il piano terra:
soddisfatto se ≤ 3 piani
Altezza del serramento dal suolo:
soddisfatto se ≥ 80 cm
Schermo parzialmente protetto:
soddisfatto se sottotetto sporgente ≥ 60 cm
Tipologia di schermo:
soddisfatto se non trattasi di persiana

Attribuzione della classe di esposizione

Attribuzione della
classe di esposizione

Una volta determinati quanti criteri sono soddisfatti per la partita di serramenti in oggetto, dalla tabella seguente è possibile attribuire la classe di esposizione.

Classe di esposizione Grado di esposizione Si applica quando sono soddisfatti
0 lieve tutti e 5 i criteri sopra menzionati
1 moderata 4 dei criteri sopra menzionati
2 forte 3 dei criteri sopra menzionati
3 severa 1 o 2 dei criteri sopra menzionati

Se si utilizza una copertura di alluminio per il traverso inferiore esterno, la classe di esposizione si riduce di uno.

Attribuzione anni
durata della garanzia
in funzione della classe
di esposizione

Attribuzione anni durata della garanzia in funzione della classe di esposizione

Finestre e alzanti scorrevoli

Conifere Latifoglie
Classe di esposizione Grado di esposizione Numero di criteri soddisfatti Mordenzato Laccato Mordenzato Laccato
0 lieve 5 13 15 13 15
1 moderata 4 12 14 12 14
2 forte 3 11 13 11 13
3 severa 1 o 2 10 12 10 12

Schermo esterno

Conifere Latifoglie
Classe di esposizione Grado di esposizione Numero di criteri soddisfatti Mordenzato Laccato Mordenzato Laccato
0 lieve 5 7 10 7 10
1 moderata 4 6 9 6 9
2 forte 3 5 8 5 8
3 severa 1 o 2 4 7 4 7

Limitazioni alla garanzia

La garanzia copre esclusivamente difetti imputabili al film di vernice quali formazioni di spaccature, sfogliamenti o bolle. Sono da considerarsi normali manifestazioni dell’invecchiamento del film di vernice o del legno (e quindi non coperte da garanzia) i seguenti fenomeni: leggera perdita di brillantezza del film di vernice, leggera variazione del colore del serramento ascrivibile al film di vernice o al legno in seguito alla naturale maturazione del colore del legno oppure alla fuoriuscita di sostanze naturali in esso contenuti (tannini, oli, ecc.), fuoriuscita di resina da sacche interne (non visibili a priori) oppure da nodi.

La durata in esterno dichiarata nella tabella di attribuzione si riferisce a condizioni atmosferiche standard medie.

Non si applica ai manufatti in legno esposti a condizioni estreme quali:

  1. ambienti naturali fortemente aggressivi quali: (a) zone entro 200 m dal mare. La sabbia trasportata dal vento genera un effetto di natura “abrasiva” sulla superficie del serramento, determinando nel tempo una diminuzione dello spessore protettivo del film di vernice. Inoltre, in questo ambiente è frequente il fenomeno della condensa notturna. A lungo andare la presenza di una forte umidità ambientale renderà insufficiente la protezione. (b) Zone interne frequentemente umide e nebbiose o entro 200 m dai laghi. Il legno è un materiale igroscopico e quando viene posto in ambienti umidi tende ad assorbire l’umidità. Se questo fenomeno persiste per lunghi periodi, l’umidità ambientale verrà assorbita dal serramento, con conseguente riduzione sia della funzionalità dell’infisso (ante che si rigonfiano o sfregano sul davanzale) che dell’adesione del film di vernice sul legno. In quest’ultimo caso si determineranno i danni come bolle, sfogliamenti e sbiancamento del film di vernice;
  2. ambienti interni estremamente umidi per lunghi periodi come (a) piscine, saune, serre, ecc.; (b) cantieri aperti di case in costruzione o in fase di ristrutturazione dove sono in corso lavori di intonaco, pavimentazione, pittura delle pareti laddove non venga regolarmente effettuato il ricambio dell’aria; (c) locali della casa quali lavanderia, cucina e bagno laddove non venga regolarmente effettuato il ricambio dell’aria; (d) case non abitate e non riscaldate per lunghi periodi dell’anno. In tutti questi casi l’elevata umidità ambientale può causare fenomeni di condensa e ristagno di umidità sul film della vernice e conseguentemente all’interno del legno, compromettendo nel tempo sia la funzionalità del serramento (ante che si rigonfiano o sfregano sul davanzale) che l’adesione del film di vernice al legno. In quest’ultimo caso si determineranno i danni come bolle, sfogliamenti e sbiancamento del film di vernice;
  3. ambienti inquinati dalla presenza nell’aria di sostanze chimiche o polveri corrosive quali zone entro 200 m da stabilimenti chimici, raffinerie, lavanderie industriali, fonderie, autostrade, stazioni ferroviarie, aeroporti, ecc. In questi casi, le sostanze chimiche e le polveri derivanti dalle attività industriali o antropiche, depositandosi sul film di vernice, possono avere un’azione corrosiva, causando rapido degrado e indebolimento dell’azione protettiva dei costituenti principali della vernice. I danni derivanti possibili sono perdita di brillantezza, formazione di macchie colorate, screpolatura del film di vernice, ecc.;
  4. serramenti installati in situazioni particolarmente esposte: (a) impianti automatici di irrigazione del prato che bagnano sistematicamente il serramento. In questo caso abbiamo due agenti aggressivi: 1) il calcare presente nell’acqua, che nel tempo si deposita sulla superficie della vernice formando una pellicola biancastra; 2) la continua azione dell’acqua che favorirà la penetrazione e l’accumulo dell’umidità sia nel film di vernice che nel legno. Tale fenomeno indebolirà il serramento, favorendo la crescita di funghi e il distacco della vernice. (b) Acqua piovana che percola dal tetto lungo la facciata esterna della casa, fino a bagnare sistematicamente il serramento. La continua azione dell’acqua favorirà la penetrazione e l’accumulo della stessa sia nel film di vernice che nel legno, permanendovi per lungo tempo. Tale fenomeno indebolirà il serramento, favorendo la crescita di funghi e il distacco della vernice.

Inoltre, sono esclusi dalla garanzia danni derivanti al film di vernice in seguito a:

  • grandinate. Tale fenomeno meteorologico è un evento deleterio per la vita dei serramenti in legno in quanto causa piccole fratture circolari nel film di vernice che, senza una repentina riparazione, portano nel giro di alcuni mesi al distacco del film di vernice in seguito all’infiltrazione di acqua;
  • contatto con urine di animali o escrementi di volatili. Le urine degli animali (es. cani e gatti), così come gli escrementi degli uccelli, sono altamente corrosive e, se non immediatamente rimosse, possono produrre danni irreparabili al film di vernice e al legno stesso, quali ad esempio variazioni di colore e macchie persistenti;
  • contatto con materiali usati nei cantieri edili quali pitture, cemento, calce, ecc. Spesso nei cantieri in corso vengono effettuate delle lavorazioni con prodotti che per loro natura sono molto aggressivi. Se tali materiali, attraverso schizzi o colature, vengono a contatto con il film di vernice, devono essere immediatamente rimossi con un panno umido al fine di evitare danni irreparabili quali variazioni di colore del legno, macchie persistenti nella vernice, rimozione del film completo di verniciatura, ecc.;
  • pulizia dei serramenti con detergenti chimici, solventi o acidi. Detergenti a base di ammoniaca o alcol danneggiano irreparabilmente l’aspetto estetico e l’integrità del film di vernice, compromettendo anche la durata nel tempo. Sono inoltre da evitare sempre per lo stesso motivo: solventi (es. acetone, alcol, ecc.), acidi (es. varechina, acido muriatico, ecc.) e sgrassanti per la pulizia della casa. Per la pulizia dei propri serramenti, impiegare acqua tiepida o detergenti neutri consigliati;
  • graffi, urti, ecc. Causano una interruzione del film della vernice, riducendo la sua azione protettiva nei confronti dell’acqua. L’umidità, infiltrandosi nel legno e sotto il film di vernice, porta in breve tempo allo sfogliamento;
  • calamità naturali quali ad esempio inondazioni, trombe d’aria, terremoti, ecc.

Vuoi saperne di più su questi prodotti?

Scrivici.