LA GHOSTWOOD NATIONAL FOREST, IL BOSCO DEI SEGRETI DI TWIN PEAKS

Se vi trovate sul tragitto da Yellowstone a Seattle sarà semplice raggiungere Snoqualmie, cittadina immersa nelle foreste dello stato di Washington e set della serie cult degli anni ‘90 “I segreti di Twin Peaks”. Quei boschi, infatti, sono diventati noti con il nome di Ghostwood national forest, la leggendaria foresta dove i protagonisti della serie vivevano episodi paranormali e misteriosi.

Ogni anno, immersi nella natura e circondati dagli alberi, si può festeggiare un particolarissimo Halloween, con attività organizzate proprio nei luoghi di Twin Peaks, che evocano immagini, situazioni e atmosfere da brivido.

LA GHOSTWOOD NATIONAL FOREST

La Ghostwood national forest è un uno splendido paesaggio boschivo di quasi un ettaro, attraversato dallo Snoqualmie River, un fiume impetuoso che si butta nelle Snoqualmie Falls, cascate artificiali alte 82 metri, più di quelle del Niagara. Oltre due milioni di turisti ogni anno visitano il parco, che è una delle maggiori attrazioni dello stato di Washington.

I SEGRETI DI TWIN PEAKS

Il regista David Lynch e l’attore Kyle MacLachlan alla Twin Peaks Premiere, 2017

“I segreti di Twin Peaks” è la serie statunitense che ha rivoluzionato il mondo della televisione: ideata da David Lynch e Mark Frost, fu trasmessa in due stagioni dall’ aprile 1990 al giugno 1991. La serie mescolava abilmente thriller, fantasy e orrore, accompagnata dall’inconfondibile tema musicale di Angelo Badalamenti.

Ancora oggi, ogni anno a Snoqualmie si tiene il Twin Peaks Festival: per i fan provenienti da tutto il mondo vengono organizzati percorsi dedicati, dove si potranno riconoscere le molte location insolite e incantate divenute note grazie alla serie.

I LUOGHI DELLA FORESTA

All’interno della Ghostwood national forest si trova la Own Cave, grotta che i nativi americani usavano come riparo o per immagazzinare pelli: sulle pareti ancora si possono vedere i graffiti risalenti a quel tempo. La grotta fu scoperta dai coloni solo alla fine del XIX secolo, ma è solo 100 anni dopo che il luogo diventa famoso grazie a Twin Peaks: nella serie la caverna rappresenterebbe un varco tra il mondo dei vivi e quello degli spiriti, porta di accesso per entrare nella leggendaria Loggia Nera.

Ma nella foresta si può visitare anche la Glastonbury Grove, un cerchio di dodici alberi di sicomoro. Nella serie, al centro del cerchio stagnava una pozza rocciosa contenente una densa sostanza nera dove, in determinate condizioni, era possibile il passaggio alla Loggia Nera. Il luogo fungeva nello stesso tempo da elemento di separazione e congiungimento con l’altra dimensione.