Premio Renner 2019: gli illustratori alla sfida del Rosso contemporaneo

Secondo Vasilij Kandinskij i colori suonano. Prendete l’azzurro. Per il grande pittore russo, l’azzurro è indifferente e distante. Proprio come il flauto. Mentre il rosso, che nel cerchio cromatico è complementare all’azzurro, è vitale, irrequieto e consapevole. Per Kandinskij il rosso suona come la tuba.

Riparte il Premio Renner e con esso il concerto dei colori da interpretare su uno spartito contemporaneo. Come suonerà il rosso nel 2019?

 

 

Chi raccoglierà il testimone di Michele Cazzaniga, illustratore di Desio che con l’artwork “Guado” pochi mesi fa sul tema “azzurro” ha conquistato la giuria presieduta da Vanna Vinci?


Alla domanda risponderanno entro l’11 ottobre 2019 le illustratrici e gli illustratori residenti in Italia e italiani residenti all’estero. Un unico vincolo in un mare di libertà: quello anagrafico. La call è riservata ai soli under 40.

Nel 2019 il contest conferma i capisaldi che ne hanno decretato la fortuna lo scorso anno (678 partecipanti):

 

Lindo Aldrovandi, direttore generale di Renner Italia, ribadisce l’impegno dell’azienda bolognese a sostegno dell’arte contemporanea e, nello specifico, dei giovani illustratori. “Il Premio Renner vuole innanzitutto rappresentare una vetrina per i talenti troppo spesso costretti a cercare fortuna oltreconfine – spiega il digì -. La cifra creativa delle opere in concorso nel 2018 è stata altissima. Più di mille visitatori hanno potuto apprezzare le 45 illustrazioni in mostra durante ArtCity. Non vediamo l’ora di scoprire quali suggestioni prenderanno forma dal rosso“.

La direttrice artistica, Sara Manfredi – CHEAP Street Poster Art, spiega la scelta del tema 2019: “Il rosso è forse il colore che più di ogni altro popola l’immaginario simbolico – commenta -. Inoltre, dopo aver dedicato la prima edizione all’azzurro, l’opzione del colore primario complementare sembrava obbligata. Molti partecipanti ci hanno incoraggiato a proseguire sulla strada del colore: una sfida difficilissima proprio perché è praticamente sconfinata”.

Nelle prossime settimane sarà resa nota la composizione della giuria del Premio Renner per il Contemporaneo 2019.