Premio Renner 2019: giuria completata dalla critica d’arte Ginevra Bria

Con l’innesto della critica d’arte Ginevra Bria la giuria del Premio per il Contemporaneo 2019 è al completo. Bria affianca il presidente e illustratore Giuseppe Palumbo; Simone Sbarbati, direttore di Frizzifrizzi.it; Stella Di Meo, coordinatrice di Autori di Immagini; Sara Manfredi, fondatrice di CHEAP Street Poster Art e direttrice artistica del Premio Renner; Lindo Aldrovandi, amministratore delegato di Renner Italia.

bria_2

Curatrice di Isisuf (Istituto Internazionale di Studi sul Futurismo di Milano), Ginevra Bria è specializzata in arte contemporanea latinoamericana. Tra le molteplici esperienze, ha affiancato Armenity (padiglione armeno) che ha vinto il Leone d’Oro alla Biennale di Venezia nel 2015; ha curato Africa Telling a World, presso il Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano nel 2017; e ha fatto parte del team curatoriale della X Berlin Biennale nel 2018.

Il costante impegno per i linguaggi contemporanei ha portato Bria a promuovere e sostenere FuturDome, il progetto di housing museale dedicato all’arte. Tra le esposizioni curate da Bria all’interno di FuturDome si segnalano Hypertimes (2019), esposizione video sulle tematiche del transitorio e temporale; The Uncanny Valley (2019), sui meccanismi di esclusione e dislocamento; Archipensiero (2018), installazione di Gianni Pettena sulla percezione di spazio in relazione al paesaggio; Ordem Casual (2018), mostra monografica dedicata ad Andrè Komatsu.