Premio Renner 2019, l’art director Sara Manfredi ai giovani: non autodisciplinatevi

Per il secondo anno consecutivo la direzione artistica del Premio Renner porta la firma di Sara Manfredi, fondatrice di CHEAP – Street Poster Art, collettivo bolognese che si occupa di arte contemporanea. Per Manfredi, il Rosso è «il colore del sangue, di ciò che si agita e di solito lo fa nelle viscere. Rosse sono le scarpe di Zapatos Rojos, l’intervento di public art contro il femminicidio dell’artista messicana Elina Chauvet. Rosso è il vestito delle Ancelle di Margareth Atwood. Rosso è il muro di CHEAP in Viale Masini. Rosso è anche il colore che associo agli anni ’80: era rosso il mercuro cromo che mi mettevano sulle ginocchia sbucciate, era rossa la Valentine di Olivetti con cui giocavo prima di imparare a scrivere, erano rossi i bracioli per nuotare che insistevo per indossare prima di entrare nella vasca da bagno».

Consigli a chi partecipa al Premio Renner?

«Il mio consiglio spassionato è quello di non autodisciplinarsi: spesso, quando chi illustra partecipa ad un concorso, finisce col fare le cose a “modino”, smussando gli angoli, appiattendosi sul politically correct. Non mi è chiaro se sia ansia da prestazione o se ci sia la diffusa – e per me errata – tendenza a pensare di dover acquietare il carattere per poter essere papabili in termini di premiazione».

Perché ha senso un premio all’illustrazione contemporanea?

«Perché in Italia mancava un premio che mettesse a disposizione di chi lo vince una somma discreta: 10mila euro potrebbero essere i soldi necessari a finanziare il progetto nel cassetto di un’illustratrice o di un illustratore».

Qual è il rapporto di CHEAP con l’illustrazione?

«CHEAP si occupa di linguaggi contemporanei e lo fa in forme diverse: realizzando interventi di arte contemporanea che vengono definiti street art, ideando campagne di comunicazione sociale nello spazio pubblico utilizzando più di un medium, lanciando call for artist che costruiscono narrazioni collettive attorno ad un immaginario».